Banca Etica e Legacoop insieme per il microcredito


Banca Etica e Legacoop Umbria insieme per sostenere con il microcredito start-up, imprese sociali e imprese creative
 
Agevolare l’accesso al credito per piccole imprese ed alle startup con particolare attenzione alle imprese sociali, alle imprese creative ed alle imprese di comunità offrendo anche consulenza gratuità nella fase di costituzione e di sviluppo dell’impresa.  Sono questi obiettivi dell’alleanza stretta tra Legacoop Umbria e Banca Popolare Etica per promuovere il micro-credito e sostenere lo sviluppo delle piccole e medie imprese della regione.
 
Il micro-credito consente a soggetti imprenditoriali cosiddetti “poco bancabili” – imprese di piccole dimensioni o nate da poco, come le startup – di trovare risorse per sostenere la propria crescita, lo sviluppo e l’innovazione.
 
Acquisto di beni o servizi strumentali all’attività, retribuzione di nuovi dipendenti o soci lavoratori e formazione, sono le aree di spesa finanziabili a favore di piccole imprese attive da meno di 5 anni; il tetto massimo erogabile è di 25 mila euro per ciascun finanziamento da restituirsi al massimo in sette anni senza alcuna garanzia a carico dell’impresa o dei singoli soci.
 
“Banca Etica – dice Leonardo Stella, direttore della filiale di Perugia – orienta la sua intera attività creditizia all’utilità sociale. Il micro-credito ha per noi una forte significatività perché riesce a dare sostegno a progetti che altrimenti non troverebbero risorse e quindi a creare posti di lavoro, quanto mai necessari oggi. La collaborazione con Legacoop si inserisce in un quadro più generale di lavoro e condivisione con il mondo cooperativo. Questa collaborazione, negli ultimi anni, ci ha permesso di sostenere numerose cooperative sociali, diverse imprese recuperate dai lavoratori e start-up a vocazione sociale”.
 
Per accedere al fondo le imprese possono contattare Legacoop Umbria oppure Banca Etica. Legacoop Umbria garantirà gratuitamente a tutte le imprese interessate al microcredito (non solo alle cooperative associate a Legacoop) i servizi ausiliari di assistenza e monitoraggio, propedeutici e obbligatori per l’accesso al micro-credito: dal supporto per la stesura del piano di sviluppo imprenditoriale a quello per la definizione dei prezzi e delle strategie di vendita attraverso studi di mercato, dall’assistenza in caso di problemi legali, fiscali e amministrativi alla individuazione e alla diagnosi di eventuali criticità di implementazione del progetto finanziato. Banca Etica, dopo il lavoro di consulenza e di accompagnamento effettuato da Legacoop, valuterà in tempi estremamente brevi la domanda di finanziamento presentata e potrà erogare entro poche settimane in finanziamento richiesto dall’impresa.
 
Particolare attenzione verrà riservata da Banca Etica e Legacoop Umbria ai giovani che intendono creare una nuova impresa o le imprese di recente costituzione, con particolare attenzione alle imprese sociali, alle imprese creative ed alle imprese di comunità.
 
“Nelle nostre intenzioni – afferma Andrea Bernardoni – il microcredito è uno strumento che si potrà integrare con prossimi bandi che la Regione Umbria sta per pubblicare in particolar modo quello relativo alle imprese sociali e quello destinato alle imprese creative. Crediamo infatti che è investendo in questi settori che si può costruire un nuovo modello di sviluppo per la nostra regione. Inoltre potremmo affiancare al microcredito gli altri strumenti finanziari del movimento cooperativo come Coopfond e CFI con l’obiettivo di sostenere nel modo migliore le “buone idee di impresa” presenti nella regione. È nostra intenzione mettere a disposizione di tutti i cittadini della nostra comunità il microcredito per questa ragione siamo felici di presentare questo strumento nella casa delle Autonomie Locali insieme all’ANCI ed alla Regione Umbria”.
Perugia, 30.03.2017

Post a Comment