Credito, al via le domande per ottenere le risorse del bando regionale Re Start

Fino al prossimo 25 maggio, è possibile presentare le domande per accedere al bando Re Start della Regione Umbria, che concede finanziamenti agevolati a micro, piccole imprese e professionisti danneggiati dalla chiusura delle attività a causa dell’epidemia COVID -19.

.

La graduatoria sarà ordinata in senso decrescente, tenendo conto della percentuale di riduzione del fatturato (i primi quattro mesi del 2020 rispetto ai primi quattro mesi del 2019).

SOGGETTI BENEFICIARI
Micro e Piccole Imprese di tutti i settori extra agricoli, Liberi Professionisti, Consorzi, la cui attività è stata danneggiata dall’emergenza Covid-19, costituite ed operative prima del 1 gennaio 2020 e con sede operativa nella regione Umbria.

CARATTERISTICHE DEL FINANZIAMENTO
• Tasso Interesse: 0,5%
• Importo minimo: € 5.000
• Importo massimo: fino al 25% del fatturato 2019 e comunque non superiore a € 25.000
• Durata: 24 mesi di preammortamento e 48 mesi di ammortamento
Il finanziamento può essere concesso anche ai soggetti ai quali sia già stato accordato un finanziamento bancario di 25mila euro garantito dal Fondo di Garanzia (Decreto Liquidità) ma che attestino un fatturato del 2019 superiore a 100mila euro e comunque nel limite complessivo del 25% del fatturato.

REMISSIONE DEL DEBITO (Contributo a Fondo Perduto)
Al termine del preammortamento si avrà la possibilità di rimettere il 50% della quota capitale, fino a un massimo di 12.500 euro qualora il beneficiario:
a) abbia aumentato almeno di una unità il numero di dipendenti occupati rispetto al 31 dicembre 2019. Non valgono i contratti a tempo determinato inferiori all’anno o i dipendenti provenienti da imprese riconducibili al beneficiario;
b) dalla data di erogazione del finanziamento fino al 31/12/21 abbia:
• investito in tecnologie per aumentare la sicurezza nei luoghi di lavoro
• acquistato DPI
• sostenuto spese per l’acquisizione di strumenti produttivi e tecnologie digitali

SCADENZA
La domanda può essere presentata dall’11 maggio 2020 fino al 25 maggio 2020 (ore 17.00)
La graduatoria sarà ordinata in senso decrescente tenendo conto della percentuale di riduzione del fatturato (I primi quattro mesi del 2020 rispetto ai primi quattro mesi del 2019)
I richiedenti, con la presentazione della domanda, attestano:
1) di aver subito un danno dall’emergenza per effetto della sospensione o della riduzione dell’attività;
2) di avere un bisogno di liquidità pari almeno al finanziamento richiesto;
3) di possedere i requisiti generali di ammissibilità;
4) di non presentare esposizioni classificate come “sofferenze” ai sensi della disciplina bancaria;
5) di essere in regola con il DURC