Coopfond sostiene la transizione digitale di Legacoop

Coopfond sostiene la transizione digitale di Legacoop

Definire un piano di transizione associativa, dal suo classico modello verticale, verso una forma organizzativa “di piattaforma”, che ha come obiettivo il superamento delle dinamiche “top- down” mettendole in rete e garantendo così un innalzamento della qualità associativa, una sua trasparenza e il superamento delle asimmetrie territoriali e/o settoriali. È l’obiettivo del processo di transizione digitale di Legacoop, a cui Coopfond durante l’ultimo Consiglio di amministrazione ha deciso di dare il proprio sostegno.

 

Il ruolo riconosciuto all’ associazione nel corso degli anni è cambiato e, alla funzione principale di rappresentanza, si è affiancata e ha assunto sempre maggior peso l’attività di fornitura di servizi alle associate. E la transizione digitale ha accelerato in modo esponenziale alcuni cambiamenti già in atto, costringendo ad un veloce ripensamento delle funzioni associative, un ripensamento che per essere efficace e duraturo nel tempo deve ridefinire un processo organizzativo.

 

Il progetto prevede, per il 2021 e il 2022, un programma di azioni ed interventi che l’associazione deve intraprendere e che riguardano tre ambiti:

  1. Organizzazione, per accompagnare percorsi di trasformazione già avviati negli anni, ma offrendo soluzioni innovative, che accelerino tali percorsi;
  2. Servizi, ridefinendo quelli tradizionali e creandone di nuovi, attraverso l’uso delle tecnologie digitali;
  3. Comunicazione, rimodulandola anche alla luce delle evoluzioni tecnologiche che hanno stravolto il mondo dei media nell’ultimo decennio.