BANDO Arpal Umbria “Una tantum autonomi”

Finalità

Supportare economicamente i lavoratori autonomi che operano nei settori che hanno subito maggiormente la crisi economica conseguente quella sanitaria.

In particolare gli autonomi la cui attività lavorativa sia connessa alle attività commerciali e artigiane finalizzate alla vendita diretta ai consumatori finali che si trovino nei capoluoghi di comune umbri – area che nei comuni colpiti dal sisma del 24 agosto è allargata all’intero comune a seguito della delocalizzazione di molte attività rispetto al centro storico – all’interno dei centri commerciali, su aree pubbliche in sede fissa esercitate nelle immediate adiacenze di un luogo di interesse naturalistico – ambientale di rilevanza regionale o nazionale o di interesse religioso non ricompresi nei centri storici, ai lavoratori autonomi la cui attività sia connessa alla cultura, spettacolo e sport nonché a quelli che operano nelle attività connesse al tempo libero (intrattenimento, eventi, attività ricreative, etc) e nella somministrazione di alimenti e bevande.

 

L’Intervento oggetto del presente avviso prevede l’erogazione di una indennità una tantum a fondo perduto pari a € 1.500,00 a favore dei destinatari finali dell’intervento.

 

DESTINATARI DELL’INTERVENTO

Possono accedere all’indennità le persone fisiche che, alla data di presentazione della domanda:

  • siano residenti in Umbria sia alla data del 01.10.2020 che alla data di presentazione della domanda;
  • non siano titolari di alcun trattamento pensionistico di anzianità o di vecchiaia;
  • non siano titolari di alcun rapporto di lavoro subordinato, ad eccezione di eventuali contratti a chiamata, e di non rientrare in alcun caso tra i destinatari dei trattamenti previsti per i lavoratori alle dipendenze agli artt 19-22 quinquies del DL 18/2020 e smi;
  • non siano percettori di reddito o pensione di cittadinanza, reddito di emergenza, NASPI o altre forme di assistenza previste dalla normativa, fatta eccezione di altre forme previste a seguito dell’emergenza epidemiologica da SARS COVID-19;
  • abbiano dovuto sospendere nel corso del 2020 la propria attività in quanto non rientrante tra quelle individuate come essenziali dal DPCM 11.03.2020 cosi come integrato dal DPCM 22.03.2020 ovvero abbiano comunque dovuto ridurre l’orario o i giorni di apertura a seguito dei DPCM e/o delle ordinanze del Presidente della Regione per contrastare gli effetti dell’epidemia SARS COVID 19;
  • abbiano una attestazione ISEE ORDINARIO in corso di validità;
  • abbiano le posizioni previdenziali ed assistenziali richieste attive alla data del 01.10.2020 e a quella di presentazione della domanda;
  • rientrino in una delle tipologie di lavoro di seguito indicate (Tipologia 1, Tipologia 2A, Tipologia 2B, Tipologia 2C, Tipologia 3).

 

TIPOLOGIA 1AUTONOMI DEI CENTRI STORICI E COMMERCIALI – i destinatari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Appartenere ad una delle seguenti categorie:
  1. Commercianti al dettaglio;
  2. Artigiani con unita locale stabilmente aperta al pubblico per la vendita diretta;
  3. Commercianti esercenti attività di commercio su aree pubbliche in sede fissa ovvero altra tipologia di attività che sia esercitata su aree pubbliche con carattere di stabilita e continuità con esclusione quindi delle attività relative ai mercati settimanali,        

     mensili o straordinari o comunque di ogni altra tipologia di attività che non sia esercitata giornalmente nel medesimo spazio;

  1. Artisti o professionisti assimilati agli artisti con sede dell’attività stabilmente e continuativamente aperta al pubblico per la vendita diretta di beni e produzioni artistiche.
  • Essere lavoratore autonomo iscritto ad INPS alla Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) – gestione speciale degli artigiani e dei commercianti ovvero per artisti e professionisti di cui alla lettera D alla gestione separata INPS;
  • Essere alternativamente titolare di partita iva, artista o professionista, titolare di ditta individuale o coadiuvante familiare o socio di società in nome collettivo o socio accomandatario in una società in accomandita semplice o socio di altra società di persone o socio di società a responsabilità limitata presso cui svolge la sua attività prevalente in posizione autonoma.

 

TIPOLOGIA 2- AUTONOMI DELLO SPETTACOLO, SPORT E CULTURA

 

TIPOLOGIA 2A – i destinatari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. a) essere un lavoratore iscritto ad INPS – Gestione Lavoratori Spettacolo e Sport (ex Enpals) o al Fondo INPS -PSMSAD (Pittori, Scultori, Musicisti, Scrittori e Autori Drammatici);
  2. b) avere, nel periodo che intercorre tra il 01.012019 e la data dl presentazione della domanda versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali, connessi all’esercizio di dette attività, pari ad almeno 7 giornate;
  3. c) che lo svolgimento di detta attività avvenga con partita IVA attiva alla data del 01.10.2020 e non cessata alla data di presentazione della domanda ovvero con lavoro a chiamata o assimilabile che abbia riguardato periodi tra il 01.01.2019 e la data di

presentazione della domanda.

 

TIPOLOGIA 2B – i destinatari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. a) essere un lavoratore autonomo iscritto ad INPS– gestione separata;
  2. b) avere una collaborazione con il Comitato Olimpico Nazionale (CONI), il Comitato Italiano Paralimpico (CIP), le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva, riconosciuti dal Comitato Olimpico Nazionale (CONI) e dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP), le società e associazioni sportive dilettantistiche di cui all’articolo 67, comma 1, lettera m), del decreto del Presidente della Repubblica 917/1986;
  3. c) avere, nel periodo che intercorre tra il 01.01.2019 e la data dl presentazione della domanda versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali pari ad almeno 1.000,00 euro connessi all’esercizio di dette professioni;
  4. d) che lo svolgimento di detta attività avvenga unicamente con partita IVA attiva alla data del 01.10.2020 e non cessata alla data di presentazione della domanda ovvero mediante un contratto di collaborazione (che prevede il versamento di contributi previdenziali e assistenziali)con un soggetto tra quelli sopra indicati avente sede per lo svolgimento della collaborazione in Umbria che abbia riguardato periodi tra il 01.01.2019 e la data di presentazione della domanda.

 

TIPOLOGIA 2C – i destinatari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. a) essere lavoratore autonomo iscritto ad INPS – gestione separata o altra cassa, alla data di presentazione della domanda;
  2. b) possedere, alla data del 01.10.2020,ai sensi della Legge 22 luglio 2014, n. 110 “Modifica al codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo n. 42 del 2004, in materia di professionisti dei beni culturali, e istituzione di elenchi nazionali dei suddetti professionisti” e del D. M. 244 del 20 maggio 2019, comprovati requisiti per l’esercizio delle professioni ivi definiti attestati tramite iscrizione agli Elenchi nazionali dei professionisti competenti a eseguire interventi sui beni culturali (D.M. 244 del 20 maggio 2019) ovvero attestazione rilasciata dalle associazioni autorizzate dal MISE ai sensi della Legge 14 gennaio 2013, n. 4 “Disposizioni in materia di professioni non organizzate”;
  3. c) di avere, nel periodo che intercorre tra il 01.01.2019 e la data di presentazione della domanda versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali pari ad almeno 1.000,00 euro connessi all’esercizio di dette professioni;
  4. d) che lo svolgimento di detta attività avvenga unicamente attraverso partita IVA attiva alla data del 01.10.2020.

 

TIPOLOGIA 3- AUTONOMI TEMPO LIBERO, INTRATTENIMENTO, EVENTI, ATTIVITÀ RICREATIVE E SOMMINISTRAZIONE – i destinatari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. a) essere lavoratore autonomo iscritto ad INPS alla Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) o altra gestione speciale o separata;
  2. b) essere alternativamente titolare di partita iva (senza iscrizione al registro delle imprese) o titolare di ditta individuale o coadiuvante familiare o socio di società in nome collettivo o socio accomandatario in una società in accomandita semplice o socio di altra società di persone o socio di società a responsabilità limitata presso cui svolge la sua attività prevalente in posizione autonoma, che abbia almeno un’unita produttiva/locale:

– ubicata in Umbria,

– classificabile come micro o piccola impresa,

– attiva alla data del 01.10.2020 e che non risulti cessata alla data di presentazione della domanda,

  1. c) che eserciti come attività prevalente una delle seguenti (COD. ATECO prevalente):
  • 47.76.10 Commercio al dettaglio di fiori e piante
  • 47.78.35 Commercio al dettaglio di bomboniere
  • I56 ATTIVITA DEI SERVIZI DI RISTORAZIONE,

con esclusione di:

– 56.10.12 – Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole

– 56.10.4 – Ristorazione ambulante e gelaterie ambulanti

– 56.10.5 – Ristorazione su treni e navi

  • 59.14.00 Attività di proiezione cinematografica
  • 74.20.11 Attività di fotoreporter
  • 74.20.19 Altre attività di riprese fotografiche
  • 85.51.00 Corsi sportivi e ricreativi
  • 85.52.01 Corsi di danza
  • 85.52.09 Altra formazione culturale
  • 85.59.30 Scuole e corsi di lingua
  • 90.04.00 Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche
  • 93.11.20 Gestione di piscine
  • 93.11.30 Gestione di impianti sportivi polivalenti
  • 93.11.90 Gestione di altri impianti sportivi nca
  • 93.13.00 Gestione di palestre
  • 93.2 ATTIVITA RICREATIVE E DI DIVERTIMENTO
  • 96.04.10 Servizi di centri per il benessere fisico
  • 96.09.05 Organizzazione di feste e cerimonie

 

COMPILAZIONE E INVIO DELLE DOMANDE DI INDENNITA’

La domanda dovrà essere presentata dal destinatario finale di cui all’articolo 5 utilizzando esclusivamente il servizio on line raggiungibile all’indirizzo https://servizidigitali.arpalumbria.it/ con accesso mediante la propria identità digitale SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale con credenziali di secondo livello.

 

La compilazione della domanda potrà essere effettuata a partire dalle ore 12:00 del 14.01.2021 e fino alle ore 14:00 del 26.02.2021 accedendo all’indirizzo https://servizidigitali.arpalumbria.it.

 

VALUTAZIONE DELLE DOMANDE E GRADUATORIA DI AMMISSIONE A CONTRIBUTO

L’istruttoria di ammissibilità delle richieste redatte e trasmesse nelle modalità sopra indicate e a carico del Servizio di Arpal Umbria “Programmazione delle Politiche e dei Servizi per il Lavoro” che, per l’espletamento dei suoi compiti, si avvale del supporto di Sviluppumbria SpA, società in house della Regione Umbria, in qualità di assistenza tecnica.

Le domande saranno ritenute ammissibili se:

  1. presentate entro i termini perentori e con le modalità indicate nell’articolo 6;
  2. presentate da soggetto ammissibile secondo i requisiti indicati nell’articolo 5;
  3. complete e conformi alle indicazioni contenute nell’articolo 6.

Al termine dell’istruttoria Arpal Umbria predisporrà un’unica graduatoria dei destinatari finali ammissibili ordinata secondo il criterio del reddito ISEE Ordinario (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) crescente, indipendentemente dalla tipologia in cui gli stessi ricadono.

L’assenza dell’indicatore ISEE Ordinario in corso di validità determina la non ammissibilità della domanda.

 

RISORSE FINANZIARIE

Le risorse per il finanziamento delle domande ammissibili presentate dai destinatari finali sono pari a Euro 13.209.931,58.

 

Ulteriori informazioni sono reperibili alla pagina di ARPAL Umbria dedicata: https://www.arpalumbria.it/articolo/avviso-pubblico-una-tantum-autonomi