Mission e Principi Cooperativi

La “missione” delle cooperative aderenti a Legacoop Umbria

 

  • Consentire ai lavoratori l’accesso al “diritto d’impresa”, diffondendo una cultura che si misura con il mercato, la solidarietà  e la partecipazione alla gestione d’impresa al fine di migliorare le condizioni morali e materiali dei soci.
  • Consentire ad una rete di imprese diffuse di crescere sul mercato raggiungendo la massa critica necessaria ad esprimere un adeguato potenziale di innovazione mediante la cooperazione.
  • Consentire ai cittadini di associarsi come utenti e di dare vita ad imprese che rispondano ai loro bisogni operando sul mercato a condizioni più vantaggiose per i soci mediante la forma cooperativa.
  • Favorire la promozione di nuove imprese cooperative per valorizzare le risorse umane e materiali del territorio.
  • Coniugare qualità  delle produzioni, a salvaguardia dell’ambiente e del territorio, tutela dei consumatori e della loro salute.
  • Perseguire la coesione sociale e favorire la riqualificazione e sostenibilità  del sistema del welfare promuovendo i diritti di cittadinanza mediante l’offerta di servizi sociali e assistenziali alla persona e la “occupabilità” delle fasce deboli.
  • Promuovere la cultura della trasparenza e della responsabilità  sociale mediante la diffusione della certificazione di qualità, la certificazione di bilancio, la certificazione etica e la adozione del bilancio sociale.

 

“Le cooperative sono imprese. Esse affrontano problemi simili a quelli delle tradizionali imprese di capitali guidate dagli investitori: concentrazione, globalizzazione, mutamento tecnologico e organizzativo e nuovi bisogni degli utenti. Esse affrontano, comunque, anche le particolari sfide legate alla loro specifica natura di organizzazioni volontarie ed aperte, a controllo democratico ed equa partecipazione economica dei soci”.

”Per avere successo le cooperative devono essere competitive, pur mantenendo la loro natura specifica di società di proprietà dei soci che beneficiano dei servizi da esse forniti. Nel caso delle cooperative, per successo non s’intende solo il raggiungimento di un’alta redditività ma anche il miglioramento del benessere, finanziario o di altro tipo, dei soci e della comunità in cui operano.”

“Le decisioni delle imprese non solo esercitano i loro effetti sui loro proprietari, ma anche su un ventaglio più ampio di stakeholders, compresi i dipendenti, i consumatori, i fornitori e le comunità locali. Questa presa di coscienza ha orientato i dibattiti più recenti in Europa sul ruolo delle imprese nello sviluppo sostenibile e sulla loro responsabilità sociale.”
(Commissione CE, Direzione Generale dell’Impresa)

PRINCIPI COOPERATIVI

Dichiarazione di identità cooperativa approvata dal XXXI congresso dell’Alleanza Cooperativa Internazionale (Manchester 20-22 Settembre 1995)

 

Una cooperativa è un’associazione autonoma di individui che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri bisogni economici, sociali e culturali e le proprie aspirazioni attraverso la creazione di una società di proprietà comune e democraticamente controllata.

 

I VALORI
Le cooperative sono basate sui valori dell’autosufficienza (il fare da sé), dell’autoresponsabilità, della democrazia, dell’eguaglianza, dell’equità e solidarietà.
Secondo le tradizioni dei propri padri fondatori, i soci delle cooperative credono nei valori etici dell’onestà, della trasparenza, della responsabilità sociale e dell’attenzione verso gli altri.

 

I PRINCIPI
I principi cooperativi sono linee guida con cui le cooperative mettono in pratica i propri valori.

  • 1° Principio: Adesione libera e volontaria
    Le cooperative sono organizzazioni libere e volontarie aperte a tutti gli individui capaci di usare i servizi offerti e desiderosi di accettare le responsabilità connesse all’adesione, senza alcuna discriminazione sessuale, sociale, razziale, politica e religiosa.
  • 2° Principio: Controllo Democratico da parte dei Soci
    Le cooperative sono organizzazioni democratiche, controllate dai propri soci che partecipano attivamente nello stabilire le politiche e nell’assumere le relative decisioni. Gli uomini e le donne eletti come rappresentanti sono responsabili nei confronti dei soci. Nelle cooperative di primo grado, i soci hanno gli stessi diritti di voto (una testa, un voto), e anche le cooperative di altro grado sono ugualmente organizzate in modo democratico.
  • 3° Principio: Partecipazione Economica dei Soci
    I soci contribuiscono equamente al capitale delle proprie cooperative e lo controllano democraticamente. Almeno una parte di questo capitale è di norma proprietà comune della cooperativa. I soci, di norma, percepiscono un compenso limitato, se del caso, sul capitale sottoscritto come condizione per l’adesione. I soci allocano il surplus per qualunque dei seguenti scopi: sviluppo della cooperativa, possibilmente creando delle riserve, parte delle quali almeno dovrebbe essere indivisibile; benefici per i soci in proporzione alle loro transazioni con la cooperativa stessa, e sostegno ad altre attività approvate dalla base sociale.
  • 4° Principio: Autonomia ed Indipendenza
    Le cooperative sono organizzazioni autonome, autosufficienti, controllate dai soci. Nel caso in cui esse sottoscrivano accordi con altre organizzazioni (incluso i governi) o ottengano capitale da fonti esterne, le cooperative sono tenute ad assicurare sempre il controllo democratico da parte dei soci e mantenere l’autonomia della cooperativa stessa.
  • 5° Principio: Educazione, Formazione ed Informazione
    Le cooperative si impegnano ad educare ed a formare i propri soci, i rappresentanti eletti, i managers e il personale, in modo che questi siano in grado di contribuire con efficienza allo sviluppo delle proprie società cooperative. Le cooperative devono attuare campagne di informazione allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica, particolarmente i giovani e gli opinionisti di maggiore fama, sulla natura e i benefici della cooperazione.
  • 6° Principio: Cooperazione tra Cooperative
    Le cooperative servono i propri soci nel modo più efficiente e rafforzano il movimento cooperativo lavorando insieme, attraverso le strutture locali, nazionali, regionali ed internazionali.
  • 7° Principio: Interesse verso la Comunità
    Le cooperative lavorano per uno sviluppo sostenibile delle proprie comunità attraverso politiche approvate dai propri soci.