Aironelab: adotta un laboratorio. C'è bisogno di te!

quad quad2
Ogni anno la Comunità “L’Airone” della Cooperativa “il Quadrifoglio” di Orvieto promuove il suo impegno a favore di adulti con problematiche psichiatriche attraverso attività terapeutiche e riabilitative. Tra queste il laboratorio di lavorazione del cuoio: AironeLab.
AironeLab è un servizio attivo dal 2004. Oltre alla finalità riabilitativa, il laboratorio punta a favorire il reinserimento sociale e, attraverso l’acquisizione di nuove competenze, vorrebbe fornire un’opportunità occupazionale per gli ospiti della comunità.
Perché frequenti il laboratorio?
Fa parte del programma. Ma poi diventa interessante (Ernesto)
– Perché offre risultati tangibili. Cosa non sempre facile nella vita. E’ riabilitativo in tutti i sensi e non ti tiene amorfo (Filippo)
Per esercitare e incrementare la manualità e per distogliermi dai pensieri fissi che ho nella testa (Alessio)
Cosa ti aspetti dal laboratorio?
Mi aspetto il successo: una riproduzione in continuazione (Antonella)
Mi piacerebbe ci fosse un piccolo introito (Gianluca)
Vorrei che diventasse un lavoro vero (Ernesto)
Con il progetto AironeLab intendiamo potenziare lo spazio laboratoriale e favorire processi di reale integrazione: vorremmo infatti coinvolgere il territorio aprendo il laboratorio anche a tutti quei cittadini che vogliano apprendere la tecnica di lavorazione del cuoio.
Grazie al tuo contributo potremo implementare le attività del laboratorio, non solo attraverso l’acquisto del materiale e degli strumenti per la realizzazione dell’oggettistica, ma anche attraverso l’apertura di uno spazio vendita.
Speriamo davvero tu possa aiutarci in questo progetto!
Per donare sarà sufficiente andare all’indirizzo https://www.retedeldono.it/it/progetti/cooperativa-sociale-il-quadrifoglio-onlus/aironelab-adotta-un-laboratorio
e seguire la procedura.
Ringraziandoti a nome di tutti gli “artigiani” di AironeLab per il tuo prezioso contributo, ti invitiamo a visitare la Comunità per conoscere da vicino le nostre attività.
Dr.ssa  Fabiola Mocetti
Responsabile Settore Salute Mentale