Progetto europeo SUPREM – Evento di chiusura

Si terrà a Perugia il 18 maggio presso l’Oratorio di Sant’Antonio in Corso Bersaglieri

Il 18 maggio si terrà a Perugia, presso l’Oratorio di Sant’Antonio, Corso Bersaglieri 90/92,

l’evento di chiusura del progetto europeo SUPREM.

Il progetto è attivo da novembre 2019 e terminerà a giugno 2022, è finanziato dal

Programma Erasmus+ (KA2) della Commissione Europea, attraverso l’Agenzia Nazionale

Ungherese.

La Cooperativa Borgorete e l’Istituto Comprensivo Perugia 2 sono partner italiani del

progetto e hanno lavorato, attraverso un partenariato europeo, con organizzazioni e istituti

scolastici in Ungheria, Romania e Olanda.

Il progetto SUPREM ha avuto come obiettivo supportare lo sviluppo delle “life skills” negli

studenti delle scuole medie per affrontare con maggiore consapevolezza le scelte di

ogni giorno e le importanti decisioni che possono avere un’enorme influenza sulla loro vita

come quelle relative al futuro percorso scolastico.

A questo scopo, il progetto ha lavorato non soltanto sugli studenti, producendo 10 libretti

contenenti laboratori per implementare le life-skills, ma sui loro insegnanti, elaborando un

percorso formativo specifico, e sulle famiglie, sviluppando un documento-guida, affinché

entrambe queste figure possano supportare in modo efficace i ragazzi in queste

fondamentali scelte di vita. Tutti i prodotti del progetto saranno visionabili all’interno

dell’evento.

Nel mese di giugno 2022, studenti ungheresi e rumeni saranno a Perugia e per una

settimana svolgeranno attività di apprendimento e scambio con studenti dell’Istituto

Comprensivo 2.

I risultati di questo progetto saranno diffusi e promossi a livello europeo: in concomitanza

con l’evento a Perugia si svolgeranno eventi in tutte le nazioni partner.

Si parlerà quindi di “life skills” per una scelta più consapevole del percorso scolastico al

termine della scuola secondaria di primo grado con il Dirigente Scolastico dell’Istituto

Comprensivo Perugia 2 Prof. Luca Arcese, Marta Barcaccia (psicologa dell’età evolutiva),

Fabrizio Bosimini (psicologo e psicoterapeuta) e i docenti e gli studenti che hanno

partecipato al progetto.